domenica, settembre 09, 2007

Come promuovere un evento sul web

Mentre a Napoli in questi giorni si svolge la tanto attesa (dai politici?)Festa di Piedigrotta ieri 50.000 persone erano in piazza a Bologna per il V-Day di Beppe Grillo ed altre migliaia di persone erano presenti nelle principali piazze delle città italiane a firmare alcune proposte del famoso comico genovese. Non m'interessa (in questa sede) commentare le proposte (giuste) di Grillo, bensì mi preme far capire come questo evento sia stato promosso quasi esclusivamente attraverso un blog (seppure il piu' visitato d'Italia ed uno dei più visitati al mondo!)sfruttando tutte le potenzialità della rete e del Web 2.0 (attraverso video, foto, blog...) Il risultato è stato davvero straordinario, certo Grillo ha un seguito notevole anche oltre il web con i suoi spettacoli teatrali e i cosiddetti meetup una sorta di associazioni di suoi fans.
Ma perchè ho introdotto la festa di Piedigrotta eppoi ho parlato del V-Day? L'assessore Marco Di Lello fautore del rilancio della festa asserisce che l'evento è stato pubblicizzato su internet...il sito l'ho visto, non è male, poi? Nulla! Se l'obiettivo era attirare turisti, perchè non pubblicizzare la festa su portali di eventi, su siti di promozione turistica, su siti di prenotazioni online? Perchè non fare un video ed inserirlo su portali di video-sharing tipo youtube? Il tutto sarebbe costato davvero poco. Oggi le grandi aziende investono in pubblicità online circa il 15-20% del proprio budget, nel settore turistico la percentuale è ancora più alta. I politici in USA fanno i dibattiti su youtube, ogni giorno centinaia di migliaia di giovani scrivono qualcosa sul proprio blog oppure sul proprio spazio on line (tipo myspace, space live di msn, facebook ecc..), tanti caricano e condividono le proprie foto su flickr.com, si creano mappe su google map (sarebbe stato carino mettere online una mappa con i luoghi d'interesse della Festa vicino al programma visto che ci rivolgiamo a turisti!), tutto ciò ha un impatto notevole con costi davvero contenuti. L'anno prossimo mio caro assessore perchè non creiamo un blog dove gli utenti danno consigli di come promuovere online e non la manifestazione, l'ha fatto la Fiat per la 500 l'ha fatto la BMW.
Un'ultima cosa che mi preme scrivere, l'assessore Di Lello si è meravigliato e dispaiciuto dei fischi piovuti quando Massimo Ranieri in piazza del Plebiscito (io non c'ero,ero all'Arena Flegrea a vedere la Tosca) ha pronunciato il nome del governatore Bassolino, "assessore ma lei dov'era qualche settimana fa quando Napoli e la Campania erano invase da rifiuti, o crede che le feste di piazza cancellino mesi ed anni di orrori???"

Video tratto dalla "Piedigrotta" di Raffaele Viviani con la regia di Nello Mascia

1 commento:

Stefano ha detto...

Sono i tempi che cambiano! Berlusconi entrò in politica sfruttando la visibilità delle sue TV ed il malcontento italiano post-tangentopoli. Oggi Grillo diventa un personaggio importante (futuro politico?)sfruttando tutte le potenzialità che offre internet.